Johann Gutenberg

Uno degli inventori più famosi e importanti nella storia è senz’altro Johann Gutenberg, nato a Magonza verso la fine del 14° secolo e scomparso nella sua città natale nel 1468. Non si conosce la sua precisa data di nascita, ma un documento testimonia che nel 1420 l’inventore fosse maggiorenne. Johann Gutenberg fu orafo e tipografo. Egli inventò la stampa a caratteri mobili moderna cambiando così il mondo.

© sax - Fotolia

© sax - Fotolia

La stampa a caratteri mobili scatenò una vera e propria rivoluzione nel mercato dei libri. Il tipografo tedesco iniziò segretamente a fare gli esperimenti. La segretezza era fondamentale per due motivi, uno perché all’epoca non esistevano ancora i brevetti come oggi e una nuova tecnologia poteva dunque essere copiata da chiunque, due perché il 15° secolo era l’epoca delle streghe, degli indovini e della magia e molti non seppero distinguere tra scienziati e ciarlatani. Chiunque dunque cercò di sperimentare nuove tecnologie venne facilmente sospettato, soprattutto dalla Chiesa, di essere in combutta con il diavolo. Scienziati e inventori come Gutenberg non ebbero dunque una vita molto semplice all’epoca e dovettero stare molto attenti che le loro nuove tecnologie non risultassero blasfeme per la Chiesa.
I suoi esperimenti furono molto costosi dato che per i caratteri Gutenberg provò diversi metalli e leghe, inoltre sperimentò la resistenza di diversi tipi di carta e pergamena e l’efficacia di diversi inchiostri.

Dopo aver individuato gli strumenti migliori e aver inventato la stampa a caratteri mobili, Gutenberg andò alla ricerca di finanziatori per realizzare il suo grande progetto: la stampa della Bibbia. Per la realizzazione di questo lavoro, Gutenberg impiegò circa 20 collaboratori che lavorarono per tre anni nella sua officina per realizzare l’opera. La Bibbia fu composta da due volumi di ca. 300 fogli ciascuno e fu stampata in 180 copie. Merita una visita il museo dedicato a Johann Gutenberg nella sua città natale, Magonza.

Tags: , , , , ,